Home

ex-scuola-media_morciano_bigger

Nella seduta del 17 novembre 2016, alla Conferenza di programma prevista dall’accordo del PRU Ghigi, nella sede di Bologna, Arch. Adriano Bergamaschi, rappresentante della Regione e Arch. Isabella Magnani, rappresentante della Provincia, hanno posto il loro parere contrario alla mozione approvata dal consiglio comunale del 4 ottobre 2016 di Morciano, poiché non rispetta le norme della Legge Regionale n. 19/1998, ed hanno chiesto al Comune ed alla proprietà il rispetto della legge e dei diritti dei cittadini per avere benefici permanenti alla ricostruzione della Ghigi. Per la costruzione di una nuova biblioteca di 500 mq al primo piano, dotata di due ascensori in via Marconi e via Crispi, potranno esserci dei contributi regionali. Originariamente, era previsto e concordato il restauro e l’ammodernamento dell’attuale biblioteca comunale con una spesa di 340.000 euro. Si tratta dell’ex scuola elementare, costruita all’inizio del secolo scorso quando Morciano aveva poche migliaia di abitanti, e pochissime automobili. Il vecchio edificio si trova all’angolo di via Colombari e via Pascoli e per le facciate ha dei vincoli da parte della sovraintendenza per i beni archeologici. Oggi, a causa dell’intenso traffico delle macchine, del rumore, e dell’inquinamento atmosferico, non è adatto per soste prolungate di qualche ora, ma potrebbe essere utilizzato come sede delle associazioni, di un museo o destinazioni similari.
L’area del carico e scarico e la concentrazione dei congelatori del Conad al confine del cortile della biblioteca Mariotti renderà ancora più caotico la situazione di questa struttura. Durante l’amministrazione Battazza, non è servito a nulla le nostre osservazioni in carte bollate al progetto del PRU Ghigi. Le osservazioni erano ben argomentati e ben supportati dalle normative in materia di riqualificazione urbana. Sono state liquidate dal responsabile dell’Ufficio dell’Edilizia Privata del Comune con un laconico e ripetuto “Osservazione non pertinente”. Ora, quelle osservazioni ed altre sono alla vaglia del TAR di Bologna e si attende una sentenza entro dicembre 2017.
Nel corso del nostro lungo incontro di martedì mattina 9 agosto 2017 (11,30 – 13.30) in Municipio di Morciano di Romagna, il neo sindaco Giorgio Ciotti ha prospettato di spostare la sede delle associazioni dall’ex Scuola Media all’attuale biblioteca comunale. E visto che già sono stati previsti nei bilanci comunali dei prossimi anni 1.750.000 euro d’investimento in quell’edificio, costruire la nuova biblioteca proprio in quel terreno. Oltre tutto, l’area è di proprietà comunale, e l’ente pubblico non deve pagare le spese condominiali a nessuno. Potrebbe essere una buona idea, bisogna discuterla con i cittadini interessati ed attendere la loro vertenza.
L’attuale sede dell’Unione Valconca, più tutte le utenze – l’acqua, luce e riscaldamento -, per gentile concessione dell’amministrazione Claudio Battazza, fino al 31 dicembre 2018, sono a carico dei soli contribuenti morcianesi. Questa situazione ingiusta perdura da decenni ad opera prima dell’ex sindaco Stefano Dradi per quanto riguardava agli affitti della sede INPS, INAIL e Camera di Commercio e nel decennio passato ad opera dell’ex sindaco Claudio Battazza per la sede dell’Unione.
Morciano è il centro commerciale naturale e geografico della Valconca. Non per questo, i settemila cittadini morcianesi da decenni devono pagare gli affitti e le spese delle sedi che erogano i servizi ai trentamila abitanti dell’Unione.
Oltre tutto, gli altri sette Comuni dell’Unione, non solo non rimborsano le loro quote di spesa, ma perseguono un alto livello di rissosità con il Comune di Morciano per la soluzione delle costose controversie giudiziarie decennali che non conoscono la fine.
Finalmente, l’Unione Valconca ha avuto lo sfrato verbale del sindaco Ciotti. Ora, l’Unione potrebbe progettare la costruzione della sua sede di fianco alla Sala Polivalente, al primo piano del centro commerciale Ghigi ed attivarsi in Regione alla ricerca di un bando di concorso dei contributi regionali.
Al riguardo della Sala Polivalente sindaco Ciotti ha precisato che personalmente è favorevole alla sua costruzione nell’ambito del PRU Ghigi. Ha aggiunto che da un lato deve tenere conto di quella mozione/delibera del 6 ottobre 2016 del Consiglio Comunale che non lo vuole e dall’altro canto delle norme della Legge Regionale n. 19/1998 che non concepisce un “Programma di Riqualificazione Urbana” senza opere di utilità pubblica scelta dagli abitanti interessati del Comune.
Inoltre, sindaco Ciotti ci ha messi al corrente delle irregolarità rilevate dalla responsabile dell’Ufficio dell’Edilizia Privata Geom. Monica Galli nel cantiere Ghigi. L’aumento dell’area commerciale dovuta all’acquisto di un piccolo lotto di terreno, lungo Via Roma in direzione di Via Pascoli di circa 300 metri quadri è al di sotto della quota del 5% della superficie commerciale e perciò non è considerato un “abuso edilizio”, ma è una irregolarità che è stata tempestivamente, sanzionata con l’ordinanza del fermo del cantiere edilizio per 45 giorni.
Le controversie sul tappeto tra il Comune di Morciano e la Società Rinnovamento Ghigi/CONAD riguardano anche i costi condominiali annuali della Sala Polivalente (Auditorium) ed eventualmente della nuova biblioteca comunale. I dirigenti Conad hanno preventivato un costo esagerato annuale di circa 150.000 euro a carico del Comune. Probabilmente, considerando i costi della gestione dei parcheggi sotterranei, area commerciale, il verde privato del primo piano ad uso pubblico ed aria condizionata del centro commerciale. L’Auditorium ed eventualmente la nuova biblioteca dovranno essere muniti degli impianti autonomi elettrici e di aria condizionata e riconoscere alla gestione del centro commerciale solamente la loro quota di gestione della scala e dell’ascensore, che in nessun caso, potrà essere 150.000 euro all’anno.
Hossein Fayaz Torshizi
Coordinatore del “Comitato per la difesa dei diritti del cittadino”. info@fayaz.it
Morciano di Romagna, 12 agosto 2017.
 
Immagine: Ex Scuola Media ed attuale sede delle associazioni morcianesi.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...