Home

morciano_municipio_di-notte_2016_12_06_big

I morcianesi, come tutti i cittadini di questo Paese, in nome della stabilità del governo, una volta che hanno dato il loro voto a una lista di partiti (comitati elettorali) o civica (di solito espressione del centro sinistra o del centro destra), non sono più consultati per cinque lunghi anni, né invitati dagli eletti a partecipare a decisioni importanti sul futuro del loro territorio.

Per rimediare a questa ingiustizia, e per contare di più in termini di partecipazione effettiva, gli elettori si aspettano impegni concreti da parte dei candidati Sindaci di Morciano, anche se spesso le promesse elettorali non sono state mantenute.

I cittadini devono avere la possibilità di scelta, tramite le primarie ed il confronto tra i candidati sindaci, per ognuno degli orientamenti politici presenti sul territorio. Bisogna poter selezionare prima un candidato giusto ed, in seguito, eleggere un Sindaco credibile.

CHI POTREBBE ESSERE IL NOSTRO CANDIDATO SINDACO?

Il candidato sindaco ideale è una persona nata in quel dato comune o, in alternativa, residente da decenni nello stesso, non coinvolta in alcun conflitto di interessi e progetti urbanistici in corso, competente, onesta e disponibile a tempo pieno ad impegnarsi in Comune di Morciano di Romagna. Inoltre, non deve avere condanne penali, anche di primo grado, e non deve aver ricoperto più di due mandati di consigliere comunale.

Non si può lasciare la scelta dei candidati sindaci e la formazione delle liste elettorali nelle mani dei soliti esponenti del partito trasversale del mattone. Altrimenti, avremo una città sempre meno vivibile, più cementificata, più inquinata, con un Comune più addebitato e  tasse comunali più alte da dover pagare.

QUALI SONO I PUNTI PRINCIPALI DI UN PROGRAMMA ELETTORALE A MORCIANO?

Per superare l’attuale crisi politica, economica e morale, è indispensabile l’attuazione dei diritti sotto elencati del cittadino, per consentire loro di partecipare a pieno titolo alla gestione del proprio Comune.

1 – No alla fusione del Comune di Morciano di Romagna con i Comuni di San Clemente e Gemmano. I Comuni sono vitali presidi di democrazia, dell’ambiente, del paesaggio e della stessa identità storica di una comunità e quindi non vanno fusi attraverso operazioni verticistiche per farli diventare quartieri periferici dimenticati di un Ente più grande, sovrapposto artificiosamente a comunità e territori.

2 – Potenziare e democratizzare l’Unione Valconca. Riuscire a far funzionare bene, finalmente, l’Unione della Valconca rispetto ai quattro compiti principali che le sono stati delegati dai Comuni membri (Polizia locale, sportello SUAP per le attività economiche, Servizi informatici e ambito Socio Sanitario) permetterà agli Enti aderenti di conservare la loro importante e storica autonomia.

5 –Sanità, il servizio Pronto Soccorso in Valconca corrisponde a un’esigenza sentita dai cittadini. Se l’AUSL Romagna non ritiene fattibile la sua attivazione all’interno della Casa della Salute di Morciano, che ha gli spazi necessari, visto il rilevante volume di attività che ogni anno l’AUSL Romagna commissiona alla Casa di Cura Montanari e, considerando la capacità operativa (personale e strutturale) di questa realtà sanitaria locale da salvaguardare, l’Amministrazione Regionale dovrebbe intavolare una trattativa con gli azionisti per la realizzazione, al suo interno, di un Punto di Primo Soccorso Pubblico Sanitario di vallata che, oltretutto, gestendo i casi meno gravi, potrebbe alleggerire la pressione sull’ospedale di Riccione. Comunque, indipendentemente da chi produce il servizio, la questione fondamentale è l’efficace assolvimento della funzione pubblica di indirizzo e controllo.

6 – Valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico e privato esistente e stop al consumo del territorio. Per la realizzazione del progetto “Centro commerciale Ghigi – Conad (ex Pastificio) bisogna rispettare le norme attuative del Piano Regolatore Generale e non andare oltre a quello che è in vigore per tutti i cittadini di Morciano. In altre parole, costruire complessivamente non più di 7.500 mq, dato che la superficie dei terreni è di circa 15.000 mq ed il coefficiente di edificabilità  della zona è 0,50, anziché 15.200 mq, e con un’altezza non superiore a 10 metri, la massima consentita per tutti, invece di prevedere due torri alte 22 e 23 metri. La sala polivalente (auditorium) e la biblioteca comunale sono gli unici vantaggi effettivi per la comunità, che dovrà sopportare notevoli disagi per la costruzione del centro commerciale e abitativo Ghigi nel cuore di Morciano, ed è essenziale che siano realizzate. In ogni caso, su questo progetto incombe la sentenza del TAR di Bologna in seguito al ricorso dei comitati cittadini, prevista per luglio 2017.

7 – Coinvolgere  nuovi cittadini, residenti stranieri e rispettive comunità, poiché sono numerosi sul territorio (circa 800 persone su 7.000 abitanti) nella vita sociale e politica di Morciano.

8 – Abrogare tutte le normative dello Statuto comunale e del Regolamento referendario che limitano le materie da sottoporre a consultazione e la data della convocazione dei referendum comunali. Inoltre, bisogna abbassare il numero delle firme necessarie e approvare il Quorum zero, o al massimo del 5%. Ovvero, gli eletti non possono avere più poteri degli elettori.

Le proposte di adesione, di sostegno, e di emendamento a questa bozza di programma elettorale possono essere inviate a info@fayaz.it.

Abbiamo già accuratamente elaborato una più dettagliata proposta di programma per comunali di Morciano ed essa è resa pubblica nel sito Internet http://www.morcianoevalconca.it/saludecio_16.html .

Hossein Fayaz Torshizi, coordinatore del “Comitato per la difesa dei diritti del cittadino”.

Morciano di Romagna, 27 marzo 2017.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...